domenica 30 settembre 2012

Mark Knopfler: sette date in Italia nel 2013 per il nuovo album "Privateering". Il ritorno di un grandissimo della musica


Mark Knopfler tornerà in Italia per sette concerti a cavallo fra la primavera e l’estate 2013. L'ex front-man dei Dire Straits ha già fissato una serie di date per il prossimo anno nel Paese. Knopfler non si risparmia per i fans italiani, che sempre ha amato e dai quali é stato sempre amato, sin dalla sua esperienza con lo storico gruppo inglese. Il tour europeo toccherà 25 paesi e comprenderà oltre settanta concerti. I fan romani del mitico Mark Knopfler possono già tenersi pronti: la sua, è fin da oggi l'unica presenza certa per il prossimo Rock In Roma all'Ippodromo delle Capannelle. Sarà infatti il 13 luglio 2013 a Roma per il tour legato al suo ultimo lavoro solista. Nel 1995, Mark decise di sciogliere il gruppo che aveva fondato insieme al fratello David, a Pink Whiters e a John Illsey(l'unico elemento originario rimasto con Mark per tutti gli anni di vita dei Dire Straits) e l'anno dopo intraprese una discreta carriera solista iniziata con l'album "Golden Hearth". Il maggior successo di vendite per lui durante la sua nuova carriera solista, risulterà essere il successivo album del 2000 "Sailing for Philadelphia" che trascinato dal singolo "What Is It?" venderà  tre milioni e mezzo di copie in tutto il mondo, risultato non raggiunto dai successivi album. In questi anni Mark Knopfler ha collaborato con molti artisti quali: Van Morrison, James Taylor, Emmylou Harris, Bill Wyman, John Fogerty e soprattutto Bob Dylan con il quale farà un tour nel 2011
 Dopo l'uscita di  Privateering, che uscirà nei negozi i prossimi mesi, partirà il tour che  comprenderà 72 spettacoli in 25 paesi.
Di seguito vi riportiamo l’elenco completo delle date italiane, ricordando che i biglietti saranno disponibili dal 10 settembre nelle prevendite autorizzate:
2 maggio - PalaOlimpico Torino
3 maggio - MediolanumForum Assago-Milano
12 luglio - Anfiteatro Camerini (Villa Contarini) Piazzola sul Brenta - Padova

13 luglio - Ippodromo delle capannelle Roma
14 luglio - Napoli
16 luglio - Teatro Antico Taormina

19 luglio - Piazza Napoleone “Summer Festival” Lucca

Unplugged in Monti con Will Stratton il prossimo 18 ottobre

Il venticinquenne Will Stratton, cantautore californiano attualmente di base a Brooklyn (NYC), nonostante la giovane età ha già 4 dischi alle spalle .
Il debutto discografico arriva negli anni dell’high school. Nel 2007 Will si divide infatti tra i banchi di scuola e un piccolo studio di registrazione di Astoria, nel Queens. Qui grazie all’aiuto di amici e semplici estimatori, tra i quali anche Sufjan Stevens,  il ragazzo realizza il suo primo “What  Night Said”.
Finito il college, un paio di anni dopo, Stratton pubblica il successivo “No Wonder” album che attira le attenzioni dei media specializzati, webzine e radio su tutti. Il disco finisce in diverse classifiche come migliore release dell’anno, affiorano un po’ ovunque i primi impegnativi paragoni: Fleetwood Mac, Nick Drake, Loudon Wainwritght.
Nell’estate del 2010 è tempo per Will di tornare in studio. Entrato in sala di registrazione per realizzare un singolo, senza contratto discografico, budget e tecnico del suono Stratton in pochi giorni realizza invece un intero disco. “New Vanguard Blues” è spartano e diretto, un ottimo esempio delle doti chitarristiche del suo autore diventato in poco tempo molto abile nella tecnica del fingerpicking. “New Vanguard Blues” vedrà la luce due settimane dopo solo in versione digitale.
Il 2012 è l’anno della definita consacrazione. Messo sotto contratto dalla Tailtres, etichetta in passato anche di The Walkmen, Piano Magic e Destroyer, Will da alle stampe “Post-Empire”.
Accantonato il tocco melodico che ne aveva positivamente contraddistinto gli esordi,  il folk del nostro si fa più intimista, autunnale, affiorano composizioni blues e country mentre arpeggi e il solito fingerpicking disegnano suggestivi volteggi.
Epigono di Nick Drake, protetto di Sufjan Stevens, Will entra di diritto nella categoria dei talenti folk del nostro tempo. Assolutamente consigliato agli estimatori di Will Oldham, Tallest Man On Earth e Red House Painters. Will sarà a Roma il prossimo 18 ottobre
Giovedì 18 Ottobre 2012 ore 21,00
WILL STRATTON in concerto
Black Market-via Panisperna, n° 101 Rione Monti, Roma


Due sole date italiane per i Cult of Youth. Il 3 ottobre saranno al Muzak di Roma

Prima italiana per i Cult Of Youth, cult band newyorkese capitanata da Sean Ragon.
I Cult Of Youth hanno appena pubblicato il nuovo album ‘Love Will Prevail’, perfetto mix di psichedelia e folk, e saranno in Italia il 2 Ottobre al Rocket di Milano, e il 3 al Muzak di Roma.
Sean Ragon, leader dei Cult Of Youth, è uno dei personaggi di spicco della scena neo folk della east coast americana. I Cult Of Youth sono una cult band newyorkese fondata cinque anni fa da Sean Ragon, e fiore all’occhiello della scena folk americana, per intenderci quella di confine con il gothic, il punk, e la psichedelia. Death in June, Boyd Rice, Current 93, il punk sulfureo e anarchico dei Crass, e la controcultura indie americana degli ultimi 20 anni sono l’humus in cui è cresciuta la creatura di Sean Ragon. I Cult Of Youth sono una band di confine capace di farsi apprezzare tanto dall’oltranzista pubblico gothic e wave, quanto da quello indie amante di Woods, Fresh and Onlys, Ty Segall, Thee Oh Sees, e Kurt Vile.
I Cult Of Youth hanno appena pubblicato, sempre per la fida Sacred Bones (label americana di culto che ha pubblicato i lavori di Zola Jesus, The Men, Moon Duo, Led Er Est e Blank Dogs), il nuovo album ‘Love Will Prevail’, eccellente compendio di folk, indie e atmosfere legate alla scena wave degli anni’80. ‘Love Will Prevail’ segue di un anno l’eccellente e omonimo esordio, preceduto da un gran numero di singoli e split Ep.
Dal vivo i Cult of Youth di Sean Ragon si presentano con una formazione di quattro elementi, comprendente anche una violinista, e sono considerati uno dei migliori act in circolazione nella scena underground newyorkese.
Mercoledì 3 Ottobre – Roma, Muzak
via di Monte Testaccio, 38 – Roma / Inizio concerti ore 22.00
Info: www.facebook.com/muzakroma

Lo spirito folk di Nadeah, intriso di Punk rock. L'artista americana é pronta per elettrizzare il Circolo degli Artisti

Un grande concerto avrà luogo martedì 2 Ottobre alle ore 21.30 al Circolo degli artisti di Roma.Nadeah con la sua band infiammerà la scena, intonando i suoi successi inediti e non. Il circolo degli artisti in collaborazione con Paris Rockin’ ospiterà “La Cantante di folk-americano con spirito punk”, come Nadeah stessa ama definirsi, piena di grinta, con la consapevolezza di poter usare il suo fascino da femme fatale.
Le porte saranno aperte dalle 20.00 , il costo del biglietto è di 7 euro.
Per Nadeah la musica è da sempre una forma di medicina alternativa. Dopo aver scoperto Pink Floyd e Led Zeppelin tra i dischi di sua madre di raccolta ed essersi quindi innamorata della musica rock, Nadeah è stata letteralmente rapita da uno spettacolo dal vivo di Michelle Shocked.
E’ stato lì che decise che quello che avrebbe voluto fare da grande sarebbe stato, come lei lo definisce, “La Cantante di folk-americano con spirito punk”. Quella era la sua strada.
Da adolescente, Nadéah ha imparato da sola a suonare la chitarra ed a usare le sue corde vocali per creare bellezza e distaccarsi dal dolore. Come Leonard Cohen e Tori Amos – due grandi fonti di ispirazione, il primo per la sua capacità di dipingere immagini con le parole e l’altra per la capacità di esorcizzare la sofferenza – Nadéah ha dato una svolta al suo passato spesso avverso, virando verso qualcosa di bello e coinvolgente, le canzoni appunto, che trascendono la difficoltà per dare conforto, creare allegria e sfiorare la bellezza. Le canzoni di Nadéah, anche se nate da esperienze vere, sono immerse nell’immaginario fantastico e raccontano le storie di un’australiana che, nata da genitori immigrati (la madre è indiana/portoghese/inglese e serba, il padre invece italiano), non è mai stata in grado di stare ferma.
Ha infatti formato la sua prima band, i loveGods, in Inghilterra con un chitarrista francese che ha incontrato mentre suonava per strada a Parigi. Notata da una stazione radio molto influente come Radio One, raggiunge in breve una certa popolarità, e questo fa sì che la sua band possa aprire i cincerti di artisti del calibro di Nick Cave e Franz Ferdinand. Tuttavia, dopo l’uscita di due album per etichette indipendenti, l’avventura con i loveGods finisce bruscamente.
Al Circolo Degli Artisti, Via Casilina Vecchia 42 - Roma
Ingresso 7 euro.
NON MANCATE!!!!
 Le prevendite sono già partite al sito  https://www.mioticket.it/circoloartisti/default.asp

venerdì 28 settembre 2012

I Raveonettes tornano a febbraio in Italia. Attesi al Circolo il 17

Finalmente ritornano in Italia Sune Rose Wagner e Sharin Foo, ovvero The Raveonettes, lo shoegaze pop duo danese, per presentare il nuovo attesissimo album “Observator” su etichetta Vice Records in uscita l’11 Settembre. La loro musica è magicamente ispirata ai mostri sacri Jesus And Mary Chain e Velvet Underground, ma anche all’immaginario rock anni 50-60, che dal vivo sanno trasformare in atmosfere evocative e sognanti. Tre date esclusive davvero da non perdere.
Biglietti  sono già in vendita a partire da venerdì 7 settembre 2012 nei vari punti greenticket e ticketone della città di Roma.
Nel 2009 hanno fatto da gruppo supporter niente meno che ai Depeche Mode  durante il Tour of the Universe della synth band britannica. Nel 2011 partecipano con il brano "Oh, Stranger" al CD colonna sonora del videogioco Batman: Arkham City, in uscita il 4 ottobre di quell'anno. Tra i migliori esponenti della musica alternativa  rock danese sono conosciuti anche in Italia. Tornano dopo il loro ultimo lavoro in Italia dopo una lunga assenza. Ecco le date del tour italiano per il prossimo mese di febbraio
17 febbraio 2013 Roma, Circolo degli Artisti
18 febbraio 2013 Milano, Tunnel
19 febbraio 2013 Rimini, Velvet

Le Date italiane dei The Pains Of Being At Pure Heart. Saranno il 24 ottobre al Circolo degli Artisti

Il gruppo dei The Pains Of Being Pure At Heart, dal curioso nome che in italiano sta per "I dolori di chi é puro di cuore" sono una band indie pop di New York, formata dal cantante e chitarrista Kip Berman, il batterista Kurt Feldman, Alex Naidus al basso e Peggy Wang a tastiere e voce. A Gennaio 2012 Connor Hanwick dei The Drums è entrato in formazione come membro live.
L’omonimo album d’esordio dei quattro newyorkesi è arrivato nel 2009, pubblicato dalla Slumberland records (Veronica Falls, Weekend, Crystal Stilts, e i dischi di Frankie Rose sono solo alcuni degli artisti che hanno lavorato con la celebre label di Washington), come seguito alle molteplici release di sette pollici usciti tra il 2007 e il 2008. L’esordio dei Pains … colpisce subito nel segno, e la band diventa manifesto della nuova scena indie americana insieme a Vivian Girls, Crystal Stilts, e Crystal Antlers. Il loro esordio entra non solo nelle chart di gradimento delle più importanti riviste e siti web del settore, ma addirittura raggiunge il numero nove della Heatseeker chart di Billboard. Al successo dell’esordio seguono tour in tutto il mondo, e la presenza ai più importanti festival europei. Da ricordare una loro storica apparizione da protagonisti al Primavera Sound di Barcellona del 2009, anno dominato dalle nuove realtà indie rock americane.
Uno dietrto l’altro vengono pubblicati l’Ep ‘Higher Than The Stars’, e nel 2011 il secondo album ‘Belong’. ‘Belong’ è un fulmine a ciel sereno, un album capace di confermare l’originalità dei quattro americani e renderli la più seria proposta della scena indipendente americana. Il disco si spinge alto nelle classifiche ed entra nella top 100 dei più venduti negli states. Nel 2012 i Pains … in occasione del Record Day Store hanno pubblicato ‘Acid Reflex Ep’, mini album con remix ad opera di St. Etienne, Washed Out, e Twin Shadow.
I The Pains Of Being Pure At Heart sono dei predestinati, sicuramente una delle band più carismatiche, con personalità e capacità partorite nate ultimi anni, una delle poche capaci di resistere alle effimere mode del pop e di far crescere il numero di fan ad ogni loro show. Musicalmente riconducibili allo shoegaze inglese, ai My Bloody Valentine, al pop degli Smiths e alla melodia lo-fi senza tempo dei The Vaselines, ma anche figli del noise americano di Nirvana e Dinosaur Jr. e del pop alternative raffinato degli Smashing Pumpkins.
Dal vivo sono una macchina rodata da centinaia di concerti, tour in ogni parte del globo e guest con i più grandi nomi del mondo della musica. Nel 2009 in Europa come guest delle Vivian Girls riuscirono dopo pochi show a diventare headliner del tour e relegare le Vivian nel ruolo di supportig act.
Queste le date italiane del loro primo tour europeo che  li porterà a Roma al Circolo degli Artisti di via Casilina Vecchia 42 il prossimo 24 ottobre:
Martedì 23 Ottobre – Torino, Astoria via Berthollet, 13 – Torino 
Info: www.astoria-studios.com
Mercoledì 24 Ottobre – Roma, Circolo degli Artisti via Casilina Vecchia, 42 – Roma 
Info: www.circoloartisti.it
Venerdì 26 Ottobre – Bologna, Covo viale Zagabria, 1 – Bologna 
Info: www.covoclub.it
Sabato 27 Ottobre – Padova, Looop
Info: www.pleaserepeat.it / www.grindinghalt.it

Info tour:
www.grindinghalt.it

www.facebook.com/grindinghaltconcerti

Archive: tre date italiane a Novembre. Il 23 saranno a Roma

Dopo aver realizzato il doppio cult album “Controlling Crowds Part I & IV”, a seguito del quale sono stati in tour in Italia in ben tre occasioni, The Archive annunciano l’uscita del prossimo attesissimo lavoro in studio, dal titolo “With Us Until You’re Dead” e una serie di nuove date in Europa, tra cui tre tappe nel nostro Paese.
Il nuovo album si preannuncia come il classico lavoro dei The Archive, con la conferma di quattro voci distinte, sotto la direzione artistica dei due leader … e produttori Darius Keeler e Danny Griffiths. Le sonorità spaziano dai Massive Attack ai Radiohead, fino ai Pink Floyd.
Inquadrarli nel trip-hop sarebbe riduttivo, anche se forse è la definizione che si avvicina maggiormente al loro stile musicale. Gli Archive sono difficilmente riconducibili a un genere preciso, e nei quasi quindici anni di attività hanno spaziato dall’elettronica, al progressive, dal rock alternativo al britpop. 
Gli ultimi due lavori, ‘Controlling Crowds’ e il conseguente ‘Controlling Crowds Part IV’, sono stati il culmine di questa commistione di generi, dovuta anche alle numerose influenze provenienti da tutti i collaboratori del gruppo.
 Gli Archive sono infatti identificabili come una sorta di collettivo che ruota intorno ai compositori e produttori Darius Keeler e Danny Griffiths, e che si compone di altri nove elementi tra cantanti, musicisti e arrangiatori.
Il prossimo album sarà anticipato dal singolo “Violently”, il cui video è già disponibile in rete.
Le date:
22 novembre Roncade (Tv), New Age Club
23 novembre Roma, Circolo degli Artisti
24 novembre Milano, Magazzini Generali

Il 22 novembre al Black Out arriva Lo Stato Sociale



Lo Stato Sociale più che un gruppo è una proposta di musica! Chi li ascolta ha due sole scelte: amarli oppure odiarli. Non ci sono vie di mezzo.  Si tratta di stare con loro o contro di loro. Un po’ come condividere più o meno una rivolta di piazza unendosi  ai dimostranti oppure passare al di la delle barricate per contrastarli.  Nati dal 2009, rappresentano una delle massime espressioni della musica indipendente italiana degli ultimi tempi. Nel Febbraio di quest’anno, dopo una serie di EP di successo ed un crescente clamore sorto intorno a loro, pubblicano il loro primo album “Turisti della Democrazia” che è stato seguito da un tour nazionale seguitissimo.  Tra i singoli di maggior successo del gruppo bolognese, vanno citati “Amore ai Tempi dell’Ikea”, “Sono Così Indie”, “Mi Sono Rotto il Cazzo”, “Anche La Stasi Aveva Un Cuore”, “ Magari Non è Gay ma è Aperto”. Tormentoni apparsi in rete e scaricati a vagonate. E’ sulla rete infatti che dominano incontrastati nelle classifiche dei download e nei video più cliccati di YouTube. Dal primo successo della rete a quello reale il passo è stato breve.  Irriverenti, caotici, sovversivi, assolutamente fuori ogni schema. Ogni loro canzone nasconde una visione della società moderna aspra e spregiudicata. Usando gli strumenti come armi e le parole come proiettili, dissacrano il consumismo, la politica, i luoghi comuni, i mass media e la condizione giovanile di oggi.  Il prossimo 22 novembre saranno al Black Out di Via Casilina. Un evento da non perdere.
LO STATO SOCIALE
Giovedì 22 novembre 2012 alle ore 21,45
BLACK OUT ROCK CLUB- Via Casilina 713 Roma

Crossroads è Musica! Una stagione autunnale di grandissimi eventi live al locale di via Braccianese

Dal 28 settembre fino al 29 dicembre vi aspettano tre mesi di grandissima musica e di appuntamenti imperdibili al Crossroads di Osteria Nuova. 
Il locale fa le cose in grande per quest'anno e noi siamo molto contenti di segnalarvi i migliori appuntamenti di questa stagione. Si comincia proprio il 28 con il Live dei Modena City Ramblers. A seguire grande musica anche per il 6 ottobre con Maurizio Solieri, chitarrista di Vasco Rossi che si esibirà insieme ai "cattivissimi" Asilo Republic, scatenata ed esplosiva cover band del Komandante, una delle più amate ed apprezzate tra i fan di Vasco.
 Il 12 ottobre il grande Enzo Avitabile  che presenterà "Black Tarantella", ultima sua fatica sempre all'insegna della ricerca del suono perfetto con fusioni di varie melodie mediterranee, blues, jazz e funky. Poi ancora Cristina D'Avena e Gem Boy Show, la sera del 19 ottobre, Violante Placido e Lele Battisiti il 25, Brusco il 26, Suzanne Vega il 2 novembre, Radici Nel Cemento il 9 novembre. Poi ancora da segnalare gli appuntamenti con i Rio, gruppo di Marco Ligabue (fratello di Luciano) il 16 novembre, la serata tributo ai Kiss con i Dressed To Kiss, una delle migliori tribute band al mondo dei Kiss(ma si potrebbe dire la migliore tribute band che esista in assoluto) il 22 novembre, Angelo Branduardi il 7 dicembre, Ornella Vanoni il 14, Tasha Rodrigues il 27.
Info e prenotazioni sul sito www.crossroadsliveclub.com

CROSSROADS live club
Via Braccianese 771 00060 Osteria Nuova, Roma (Lazio)
Tel.063046645 – 3471694250

mercoledì 26 settembre 2012

Grande riapertura del Big Mama, la casa del blues a Roma il prossimo 28 settembre

Il Big Mama inaugura la 29ma stagione, con due party musicali in cui, come tradizione vuole, si esibiranno amici e musicisti che daranno vita ad una vera e propria jam session, pratica che  negli ultimi anni viene sempre meno utilizzata ma che al contrario è puro stimolo per artisti che incrociano per una sera il proprio strumento o  la propria voce con altri, uniti dallo stesso spirito; divertirsi e divertire.
Nessun copione scritto quindi, a parte un lungo elenco di ospiti. Un vero campionario artistico di alto livello, con il gotha della musica blues. Musicisti come The Bulldogs, Onorati Coffee Maker Blues Band, Riding Sixties, Bless This Band e la grandissima Francesca De Fazi(nella foto) che presenterà un'anteprima del nuovo lavoro in studio " Any other day in New Orleans" registrato in un solo giorno all' "House of 1 hertz" di New Orleans, con l'armonicista Andy J. Forest e la sua band.
Cresciuta artisticamente in Inghilterra e soprattutto negli U.S.A dove si è esibita all'House of Blues e al B.B.King Blues Club di Los Angeles.
Il suo esordio discografico è nel 2001 con il cd “Fatto a Mano”, un EP autoprodotto. La vera regina italiana del country blues da anni riscuote un grandissimo successo in tutto il mondo. Ha suonato praticamente ovunque.
Nel 2003 forma con sorella Bianka le “Abbey Road Naughty Girls”, in seguito ad un esplosione mediatica avvenuta grazie al loro incontro con Sir Paul McCartney per la resituzione di un diario a lui appartenuto e legato ad una loro curiosa vicenda adolescenziale divenuta di dominio pubblico. Registrano il cd “Sir Paul” nei leggendari Abbey Road Studios di Londra, e partecipano a vari festival e show televisivi come Roxy Bar, Costanzo show, “Brisant” per ARD tv nazionale tedesca.
Nel 2005 ritorna all'attività da interprete solista collaborando con Massimo Nunzi & Jazz Orchestra per l'evento "Storia del Jazz _Istruzioni per l’uso" al Teatro Sistina di Roma.
Nel 2006 inizia a girare l'Italia come “One Woman Band”, esibendosi da sola con chitarra dobro e l'ukulele e la loop station, mettendo in evidenza delle caparbie doti tecniche e creative.
In seguito è in tour con con Gail Muldrow, acclamata blueswoman statunitense e il bluesman Max De Bernardi, il miglior interprete country-blues italiano.
Ha collaborato nella realizzazione di colonne sonore per fiction e programmi televisivi. Recentemente dopo moltissime esperienze come turnista di altissimo livello in varie blues band, entra a far parte della band di accompagnamento di Mario Biondi, come corista-chitarrista. Ora dopo aver assorbito i colori e la magia della Louisiana nel suo recente viaggio, la Roman Blues Woman propone un sound accattivante intriso di "voodoo" blues, soul, gipsy jazz. Da non perdere assolutamente. Come non vanno persi gli appuntamenti con The Bulldogs, una delle più apprezzate tribute band dei Beatles, che venerdi 5 ottobre in occasione dei 50 anni esatti dall'uscita di "Love Me Do" primo successo di Lennon e compagni, ripercorreranno  i brani che raccontano ancora oggi, con immutato fascino, la storia dei quattro musicisti di Liverpool che hanno cambiato per sempre il rock. La serata successiva invece omaggio ai loro rivali: quei Rolling Stones che quest'anno spengono cinquanta candeline della loro esistenza musicale, entrando di diritto nella leggenda anche loro. Saranno di scena i Riding Sixties per onorarli come si deve!!!
VENERDI 28 E SABATO 29 SETTEMBRE:
Super jam di apertura per festeggiare insieme la nuova stagione con moltissimi ospiti
GIOVEDI 4 OTTOBRE
Francesca De Fazi in concerto
VENERDI 5 OTTOBRE
The Bulldogs(serata tributo ai Beatles)
SABATO 6 OTTOBRE
Riding Sixties(serata tributo ai Rolling Stones)
Ingresso Libero
Si consiglia di prenotare un tavolo allo 06.5812551 oppure su www.bigmama.it
BIG MAMA è in Vicolo San Francesco a Ripa 18 - 00153 ROMA


Modificata la pagina Disco Eventi

La pagina DISCO EVENTI è stata ripensata per dare a voi utenti un servizio migliore. NIGHT AND DANCE che ha preso il posto della pagina precedente é attualmente in aggiornamento. Stiamo preparando un pagina più ricca e avvincente!

1° Festival Campagna Amica



Nella splendida cornice della vallata del Circo Massimo a Roma, Fondazione Campagna Amica con l’evento Cibi d’Italia racconterà ai consumatori il valore autentico delle produzioni agricole italiane: il cibo, il territorio, il saper fare, le tradizioni locali. In altre parole “Campagna Amica”, la risposta all’omologazione alimentare e culturale che la globalizzazione impone. Per saperne di più vai sulla pagina APPUNTAMENTI CON... GUSTO!

martedì 25 settembre 2012

Dal 27 al 30 settembre il Circolo degli Artisti rende omaggio a Roma: film, musica ed incontri sulla Roma di Pasolini e di altri celebri artisti



“Genius Loci: Pasolini per Esempio”. Pier Paolo Pasolini, non essendo nativo di Roma (come del resto lo stesso Fellini), ha saputo da buon forestiero trapiantato nella Capitale, carpire meglio lo spirito della gente di Roma, quella delle borgate, delle periferie più estreme, dove quotidianamente si consumavano storie che parlavano di povertà, incomprensione, insicurezza, frustrazione, ma anche di speranza, virtù, amori e sogni. 
Una Roma periferica, neanche tanto diversa da quella di oggi, dove le periferie hanno solo qualche negozio e supermercato in più ed i centri sportivi hanno sostituito i prati dove si ci scorticava per giocare a pallone. 
Ma le periferie romane, hanno ancora quel sapore di borgata, e raccontano storie di povertà ed emarginazione diversa da quella dell’immediato dopoguerra di Pasolini: i volti dei protagonisti dei suoi film, oggi avrebbero il viso di un immigrato in cerca di lavoro e di una sistemazione, che spera nella realizzazione del suo sogno. La Roma di Pasolini e non solo, viene celebrata al Circolo degli Artisti, dove dal 27 al 30 settembre, proiezioni cinematografiche, libri, mostre e musica parleranno della Roma di ieri e di oggi. Tra gli appuntamenti da seguire i live de L’Orchestraccia (il 27) alle 22.00 e dei Muro Del Canto il 28 alle 22.00. 
Da segnalare inoltre il 27 settembre alle ore 20.00 l’incontro con lo scrittore Emanuele Trevi, autore del libro “Qualcosa di Scritto” ovvero la storia di un fantomatico ed improbabile incontro dell’autore con Pasolini, lo spettacolo teatrale di Stefano Vigliante “Romanacci Tua” La crescita di un adolescente al Pigneto, un quartiere romano famoso e ‘ingombrante’, degradato e strafottente, ma sempre abbarbicato a un suo passato operaio e pasoliniano e quindi la presentazione del libro “Pasolini raccontato ai Ragazzi” di Fulvio Abbate la sera del 29. Non mancheranno le proiezioni cinematografiche dei suoi grandi capolavori: “Mamma Roma”, “Accattone” e l’episodio “La Ricotta” tratto dal film Ro.Go.Pa.G.
Ulteriori informazioni e programmazione dettagliata sul sito www.circoloartisti.it

Superati i 6.000 accessi!!!

Altro recordo per il nostro blog! Continuano a crescere le visite che ad oggi hanno superato di gran lunga quota seimila. Siamo contenti del vostro continuo e crescente interesse per RomaSuonaBene. Grazie ancora come sempre del vostro affetto!

domenica 23 settembre 2012

A Piazza Risorgimento ultimo appuntamento del tour estivo 2012 degli Area765

Dopo un'intensa estate di concerti e di successi venerdì 28 settembre 2012 alle ore 21.00 si conclude il loro tour estivo 2012. Gli Area 765 tornano nelle loro tane (ops...pardon non le hanno più le tane visto che non sono più Ratti della Sabina), chiudono la stagione dei grandi live all'aperto.
Gli Area 765 che porteranno nuovamente in scena il loro primo lavoro, "Volume Uno", un disco che abbandona progressivamente le sonorità folk tipiche del precedente progetto, I Ratti della Sabina, per esplorare atmosfere più ruvide e dal sapore maggiormente rock.
 I testi sono ancora la matrice caratterizzante della band ed in "Volume Uno" si appoggiano quasi per intero alla tematica del tempo, toccandone diverse sfumature, dalle più nostalgiche e malinconiche alle più leggere e scanzonate.
Quindi siete avvisati non mancate al congedo con i grandi Area 765.
Venerdì 28 settembre 2012 ore 21.00
Piazza Risorgimento, Roma

Michele Rabbia e Dominique Piarfely live a San Lorenzo. Percussioni e violino in ritmi altalenanti

Musica della variazione, dove l’imprevedibile diventa la norma e i molteplici cambi di direzione mettono in campo una serie di figure musicali che sottintendono una logica quasi teatrale nella realizzazione delle frasi, negli sviluppi improvvisativi. Questa è la musica di Michele. Fa di cognome Rabbia, qualcosa vorrà pure dire?
Se è vero che spesso i nomi danno un significato alla personalità, Michele sa veramente dare lustro al suo cognome. Ma la sua rabbia, è energia, che egli cattura e la trasforma in ritmo: sfrontato,improvvisato, spesso epilettico. Un ritmo acceso, che Michele Rabbia trasforma in un messaggio, qualcosa di veramente incredibile. Michele Rabbia si esibirà con il violinista francese Dominique Piaferly
Lo spazio è Riunione di Condominio via dei Luceri 13 -San Lorenzo, Roma
Ingresso 10€ inclusa tessera E.N.A.L.
Venerdì 28 settembre 2012 ore 21.00
LSD Produzioni

Swing e non solo al Fonclea con i Frigidaires

Doo Wop! Doo Wop!...Sha ba du ba... Rama la ma ding dong !!
Queste e altre simpatiche frasi onomatopeiche le ascolterete il 28 settembre al Fonclea con... i Frigidaires!!
Un quartetto vocale ed una solida ritmica per ripercorrere la storia del Doo Wop, uno dei generi più interessanti degli anni '50/'60, armonie vocali e ritmi swinganti e roccheggianti !
I brani dei Coasters, Dion & the Belmonts, e molti altri gruppi che hanno contribuito alla fama di questo genere.
...e alla mezzanotte tutti pronti per festeggiare insieme il 35°compleanno del Fonclea!
Venerdì 28 settembre 2012 ore 21.00
FONCLEA- Via Crescenzio 82/a - Roma

Atmosfere antiche con un pizzico di modernità nell'Orchestra Cocò

"Che cos’è l’Orchestra Cocò? Dietro questo nome che sa di primo Novecennto e che può far pensare ad un grande organico musicale farcito di violini, viole, clarinetti, ottoni, percussioni e corpulenti cantanti con cipria e mustacchi impomatati, si nascondono tre individui, 18 corde (vocali incluse) e tante ottime intenzioni. Specchio dei tempi o proiezione del futuribile?
Tra i vari, il primo scopo dell’Orchestra Cocò, è quello di cantare e raccontare canzoni, possibilmente italiane, sicuramente riviste attraverso un’ottica diversa, il “modernissimo arrangiamento Cocò”. Questo inestimabile ritrovato, figlio di tecnica ed esperienza, permette di prendere brani di tutte le fogge e dimensioni e farli entrare comodamente, con criterio quasi sartoriale, in un contrabbasso, due chitarre ed una voce.
Il tutto grazie ai suoi elementi che permettono di farlo al meglio e in maniera molto personale. Il secondo scopo dell’Orchestra Cocò è quello di stabilire una confidenza tale da poter entrare direttamente nelle vostre case. Attenzione, l’Orchestra Cocò non è composta da volgari ladruncoli, ma da tre provetti Arsenio Lupin della musica. Non siamo interessati alla vostra argenteria, a ninnoli ed orologini, ma a prendere e dare emozioni, portare quelle mancanti, risvegliare quelle sopite.
Il suono dell’Orchestra Cocò si rifà al quintetto ritmico di Luciano Zuccheri e alle sue atmosfere suonate e cantate nell’Italia degli anni’40. Il grande ispiratore è, ovviamente, Django Reinhardt (omaggiato dalla chitarra solista di Augusto Creni) cui si aggiungono, poi, delle atmosfere cantate e soffici (apprezzati dal pubblico mulìebre, i brani dell’Orchestra Cocò, infatti, sono stati scelti come colonna sonora ufficiale delle terme cromatico/sonore di Civitanova Scortico)."
Sabato 29 settembre 2012 Dalle 19.00 alle 21.30
ARTE 5-Corso Vittorio Emanuele II, 5, 00186 Roma
Ingresso libero

sabato 22 settembre 2012

Torna il Festival della Canzone Romana

Giunto alla sua XXII edizione, torna al Teatro Olimpico di Roma il Festival della Canzone Romana, la storica manifestazione nata con l’intento di valorizzare il patrimonio della romanità in musica attraverso un concorso aperto a compositori, autori e interpreti di questo genere musicale.
Venerdì, 28 settembre alle ore 21, andrà dunque in scena la finale di questa prestigiosa iniziativa che anche quest’anno ospiterà tre nuovi talenti e numerose colonne storiche del repertorio romano.  
Lino Fabrizi, ideatore e organizzatore del festival dal 1991, è stato il precursore della nuova canzone romana e anche quest’anno ha voluto premiare la tradizione invitando un nutrito parterre di artisti che hanno lasciato nelle proprie canzoni indimenticabili ed inequivocabili segni del loro talento ed orgoglio romano . 
Tra questi, avremmo il piacere di vedere sul palcoscenico Franco Califano, Lando Fiorini, Edoardo Vianello, Maurizio Mattioli, Luciano Rossi, Edoardo De Angelis, Giorgio Onorato, Alberto Laurenti, Paolo Gatti insieme anche alle azioni coreografiche folcloristiche compiute dal balletto della Crazy Gang.
Francesco Vergovich e Loretta Rossi Stuart saranno gli ospiti presentatori di questa speciale edizione che vedrà cantare la Roma folkloristica con le sue carrozzelle, i suoi tramonti e le sue fontane, ma anche quella quotidiana con i suoi crucci e le sue storie d’amore.
Nel corso di questo ventennio, il Festival della canzone romana ha visto succedersi artisti come Renato Zero, Nino Manfredi, Carlo Verdone, Franco Califano, Giancarlo Magalli, Michele Mirabella, Enzo Salvi, Lando Fiorini, Enrico Brignano, Mario Scaccia, Isa Di Marzio,Fiorenzo Fiorentini, Gigi Sabani, Luciano Rossi, Rodolfo Laganà, I Vianella, Bobby Solo, Mal, Tony Santagata, I Cugini di Campagna, Stefano Masciarelli, il Maestro Stelvio Cipriani, Manuela Villa, Giorgio Onorato, La Schola Cantorum, I Baraonna, e tanti altri.
La continuità di questa manifestazione, portata avanti con dedizione e passione dall’Associazione Roman Millenium, è un significativo esempio di come sia necessario diffondere e proseguire un percorso storico attraverso un’antologia di brani, dedicati o ambientati a Roma, che spazia dal 1800 ai giorni nostri.

La manifestazione è Patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e dall’Assessorato Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio.
Per informazioni: www.festivaldellacanzoneromana.com
Infoline: 06 3265991 (Teatro Olimpico) – 349 5563371 (direzione artistica)
Biglietteria: poltronissima €30 – poltrona e balconata €25 – galleria €20 + prevendita
Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni
Tel/Fax 06 3225044 – Cell 328 4112014 – e-mail: elisabetta@elisabettacastiglioni.com
Venerdì 28 settembre 2012
Teatro Olimpico
Piazzale Gentile da Fabriano 17, Roma
Inizio spettacolo ore 21,00

Grande Successo per la festa di Fine Estate a Don Bosco

Una grandissima serata, quella di ieri, primo appuntamento della Festa di Fine Estate a Don Bosco, quartiere popolare di Roma che ha visto la massiccia presenza degli abitanti.
Oltre all'esibizione della Banda  Nazionale dei Vigili del Fuoco, la gente ha potuto assistere ad acrobatiche esibizioni di campioni di wrestling in un ring allestito per l'occasione al centro della piazza. Molte poi le esposizioni di artigianato, pittura, scultura, fotografia e stand eno-gastronomici.
Il clou dell festa questa sera con il concerto della storica band dei Camaleonti alle ore 21.00
A seguire penne all'arrabbiata per tutti!!!
 Domani, ultimo giorno della festa, si concluderà con l'esibizione di Piero Raffa (cover Franco Califano), il pianobar ispirato alle musiche di Peppino Di Capri e Fred Bongusto ed a seguire il giovane cantautore Stefano Crialesi e la sua band.
Si chiude con lo spettacolo di Antonello Costa
A partire dalle 18.00 quindi: pianobar, cover di Franco Califano, musica d'autore, cabaret ed animazione ed estrazione dei biglietti vincenti della lotteria di questa festa!
TUTTO IN UNA SERA!
TUTTO A DON BOSCO!

venerdì 21 settembre 2012

La leggenda dei Pink Floyd a Stazione Birra

Tutti gli animali sono uguali, ma ce ne sono alcuni più uguali degli altri scriveva George Orwell nel suo racconto "La Fattoria degli Animali". Da questo surreale libro, i Pink Floyd nel 1977 crearono l'ennesimo capolavoro della loro straordinaria carriera: "Animals". L'Album Animals, si inserisce nella fenomenale trilogia dedicata all'esistenza umana iniziata con "The Dark Side Of The Moon" del 1973 e terminato con "The Wall" del 1979. E' un album molto particolare e dai molti significati. Segna l’inizio dello strapotere di Roger Waters all’interno dei Pink Floyd, l’inesorabile logorio dei rapporti del bassista con gli altri membri del gruppo, ma soprattutto la genesi di una ormai sempre più incolmabile distanza tra i Floyd ed il loro pubblico. Proprio durante il successivo "In the flesh tour", tra palchi smisurati, enormi stadi e attrezzature tecniche e sceniche di proporzioni impressionanti, si viene a creare quell’ipotetico (ma neanche tanto) muro di isolamento tra Waters ed i suoi fans che troverà la sua manifestazione nel successivo album. Senza Animals non sarebbe mai esistito The Wall. Composto da sole cinque tracce vede nel suo corpo centrale il  brano "Dogs" (Cani) della durata di 17'08", un brano complesso, che riassume tutta la filosofia musicale dei Pink Floyd. Segue a questo brano "Pigs- Three Different Ones"(Tre tipi diversi di Maiali), anch'esso smisuratamente lungo, pieno di effetti sonori, complesse composizioni armoniche, alternanza di toni vocali, distorsioni, cambi improvvisi di ritmo e di tonalità cosa che caratterizza anche il brano successivo "Sheeps" (Pecore). Ogni animale veniva associato ad una categoria di persone: i cani erano gli ingordi, gli arrampicatori sociali, i cinici; i maiali suddividevano gli imprenditori senza scrupoli, i politici guerrafondai(con velati riferimenti alla figura di Margareth Tatcher all'epoca capo dell'Opposizione Conservatrice) e quelli bacchettoni, che imponevano censure, reprimevano la libera espressione ed in particolare odiavano proprio i Pink Floyd (come la senatrice americana Mary Whitehouse che sosteneva come i Pink fossero un esempio negativo per i giovani ed esaltasero l'uso delle droghe). Le Pecore rappresentavano ovviamente i deboli ed i servili al potere. Questo straorinario lavoro viene riproposto dai "Pink Floyd Legend", tribute band, molto apprezzata dalla critica e dal pubblico, per gli effetti visivi e strumentali utilizzati nei loro spettacoli. Si caratterizzano per centrare i loro live su un solo lavoro dei Pink, eseguito interamente e fedelmente dal primo all'ultimo brano. Pezzo forte dello spettacolo è la presenza di un enorme maiale gonfiabile (il mitico Algie della copertina che accompagnerà da quel momento i Pink Floyd in tutti i loro tour seppur sotto vesti diverse) che si libererà in volo durante…. durante… beh questa è una sorpresa.
venerdì 28 Settembre 2012
Stazione Birra via Placanica 172- 00118 - Roma
APERTURA PORTE ORE 20
INIZIO LIVE ORE 22.30
BIGLIETTO euro 10 (con consumazione entro le ore 21.30)
info:06 79845959

giovedì 20 settembre 2012

Grande Inaugurazione della Nuova Stagione del Rueda Latina

Nuova Stagione 2012 per il Rueda Latina, sempre all'insegna del divertimento e della grande musica latino americana .
Sabato 22 Settembre si riparte con le fantastiche serate salsere.
INAUGURAZIONE..INGRESSO GRATUITO!!!!!!
Direttamente da Radio Mambo arriverà per questa serata di inizio anno il RESIDENT DJ: ANDRE'
Grande animazione con Dorian Couto Chevarria e Marwin Ramos(campione mondiale di ballo salsa)
Non mancheranno ballerine cubane e portoricane che vi allieteranno con la loro presenza. BELLISSIME RAGAZZE giunte IN ITALIA DA POCO E SOLO PER VOI!!! Cena cubana inclusa su prenotazione: grande spettacolo garantito come il buon cibo fatto di eccellenti carni ed un vasta scelta di piatti di pasta.
 Rueda Latina. Viale Della Bella Villa, 33, Roma - 
Opening Party dalle ore 21.00I
INFO E PRENOTAZIONI: 06/88922357 (Lun - Ven / 16.30 - 18.30)
OPPURE AL NUMERO  328 0028357/334 2325025

mercoledì 19 settembre 2012

Week end alle Cantine Blues

Venerdì 21 e sabato 22 alle Cantine Blues di Via della Batteria Nomentana è arrivato il tempo delle grandi jam session. Venerdì si esibirà il duo Francesca Relli e Paolo Rainaldi.
Due solisti,due strumenti... due personalità che si fondono e creano una melodia sublime.
Una dolce voce sarà accompagnata dalle vibrazioni di una chitarra acustica... questa è la magia della MUSICA. Francesca è la voce, Paolo la chitarra. Insieme formano un duo straordinario che racconta alla loro maniera i grandi classici del rock e del pop contemporaneo. Poi il giorno dopo, ci sarà la grande jam session night in compagnia di Daniele Zucchet alla chitarra,Gianluca Salentino al basso e Ezio De Sena alla batteria. Ad accompagnarli, chiunque avrà voglia di suonare, cantare e divertirsi. Chiunque abbia una chitarra, un basso, un sax e quant'altro sia in ottimo stato ed in grado di suonare a buoni livelli, è pregato di portarselo con se!!!! Al locale per i grandi amanti della musica e della buona birra, la voglia di stare insieme a divertirsi non é mai stata così grande!!!!
CANTINE BLUES- Via della Batteria Nomentana 66- Roma
Inizio concerti dalle ore 22.30

Due Grandi serate cover al Geronimo's

Continuano i grandi appuntamenti con le migliori cover band al Geronimo's Pub. Il locale che da tempo si caratterizza per la grande programmazione di serate tributo il prossimo week end offre due serate imperdibili.
Sabato 22 saranno di scena i Planet Earth Project, cover band italiana dei Duran Duran, mentre il giorno successivo 23 settembre 2012 saranno al Geronimo's gli E-Street Of Fire. Nati a Roma nel 2004, sono molto apprezzati come grande tribute band del "Boss" Bruce Springsteen. Il loro nome nasce proprio dalla venerazione che hanno nei confronti della Legenadary E-Street Band, il gruppo che accompagna Springsteen nei suoi tour in giro per il mondo. La Band del Boss! 
In assoluto tra i migliori interpreti della grande musica di Bruce Springsteen, una cover band tutta da scoprire e da gustare al ritmo del Rock!!!
Geronimo's Pub- Via Appia Vecchia Sede 57, Marino(Roma)
Inizio concerti ore 22.30
Ingresso libero
Info: per prenotare tavoli dopo ore 17.00 al 06/9309344I
Infoline: dopo le ore 12.00 cell. 348/ 4123602

Al Crossroads Live Club arrivano i Modena City Ramblers



Un appuntamento live con un gruppo veramente fantastico: i mitici Modena City Ramblers. 
I grandi "combattenti" del folk (il loro genere lo definiscono Combat Folk), hanno già recentemente suonato nella nostra regione, il 31 agosto scorso a Riofreddo in occasione del festival "In Vino Veritas". 
Straordinari come sempre il prossimo 28 settembre, riproporranno i grandi classici del loro repertorio impegnato: "Quarant'anni","In Un Giorno Di Pioggia", "Transamerika", "La Legge Giusta", "I Cento Passi". Pezzi unici ed emozionanti, cantati e suonati con il cuore. 
Ballate romantiche ed aggressive nello stesso tempo, che traggono spunto dalla tradizione folk scozzese ed irlandese, che hanno da sempre caratterizzato un gruppo straordinario. 
Venerdì 28 settembre 2012 ore 21.00
Crossroads Live Club,Via Braccianese, 771 - Roma